You are here : Home >> S10 – Mitostoria dei viaggi in Ame...

S10 – Mitostoria dei viaggi in America

L’ufficio stampa della storia è al servizio dei vincitori, non della realtà.

Ben poco di quello che ci viene raccontato è vero. Non si tratta di teorie complottiste, ma solo della necessità di definire impossibili i traguardi dei vincitori; poiché chi vince dev’essere di stirpe divina o perlomeno regale, poi, si provvede ad assegnargli una famiglia che più nobile non si può.
Ci si racconta che navigare dall’Europa verso ovest per approdare sulle coste delle odierne Americhe fosse impresa impossibile, alle volte riuscita ma per caso e senza ritorno. Solo una serie di conoscenze e scoperte e permessi confluiti nelle mani dei re di Castilla dopo la Reconquista del 1492 ha permesso a Colombo di raggiungere un tale risultato, lui per primo in almeno tremila anni di navigazione verso ovest.
Invero si tratta di fesserie. Attraversare l’Atlantico non è mai stata impresa straordinariamente difficile; più complesso ma non impossibile è il viaggio di ritorno, ma vivaddio era comunque possibile.
Come lo sappiamo? Tanti sono i segni, spesso forti, spesso non determinanti per un parere finale.
Ma le cronache ci raccontano qualcosa di più, di vero. Il 23 gennaio 1883 tal Howard Blackburn, perso in mare durante una tormenta, si strinse ai remi e riuscì a raggiungere il Nord America. Ebbe salva la vita, ma perse tutte le dita delle mani e la maggior parte di quelle dei piedi. Non smise però di avventurarsi in mare, anzi: con i polsi legati al timone attrezzò uno sloop, piccola imbarcazione con un albero e due o tre vele, e s’imbarcò attraverso l’Atlantico, andando da Gloucester in Nord America fino alla portoghese Lisbona in appena 39 giorni. E se un uomo solo e senza mani ha attraversato l’Atlantico da solo, probabilmente uno o più con le mano (e i piedi) poterono farlo senz’altro in gusci come quelli polinesiani o i curragh irlandesi, per tacer dei complessi vascelli Greci, Romani, Arabi, Turchi e molti altri.
Insomma, il vero mito è che per attraversare l’Atlantico ci siano voluti gli europei ansiosi d’immettersi nel XVI secolo. Scorriamo insieme le pagine che la storia non ci ha narrato, consideriamo le loro conoscenze tecniche e navali, rispondiamo alla scienza e non al mito.

Indice
01 Merluzzi baschi
02 Merigho Vespuche
03 Portoghesi antillani
04 Templari messicani
05 Arabi americani
06 Vichinghi canadesi
07 Tuatha Hvitrammani
08 Pellerossa gallesi
09 Cinesi brasiliani
10 Mandinghi venezolani
11 Cinesi clieni
12 Atlanticum Imperium
13 Fenici mormoni
14 Olmechi mandinghi